Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino
Seleziona una pagina

Verrà  inaugurato sabato 19 febbraio alle ore 16  a Coazze il nuovo allestimento dell’Ecomuseo della Resistenza  della Val Sangone  dedicato alla storia della lotta di Liberazione  delle  comunità e del territorio della Val Sangone,

Da domenica 20  febbraio  sarà aperto al pubblico con Green Pass rafforzato e mascherina FFp2.

L’Ecomuseo  narra la vicenda  resistenziale  della  Valle e  della sue comunità fra il 1943 e il 1945 e oltre. Un  lungo  percorso storico di accadimenti, e di uomini e donne, di religiosi e religiose coinvolte, di  luoghi  divenuti simbolo  della battaglia della Resistenza  e del martirio  fino alla Liberazione. Sottolineato da passaggi ed eventi cruciali come la cattura del Comandante Milano e l’organizzazione  delle bande sui monti, il grande rastrellamento del maggio 1944 e le rappresaglie spietate, le borgate bombardate, la conquista della polveriera di Sangano, la  morte del comandante  partigiano Sergio De Vitis, il ferimento del  comandante Eugenio Fassino  “Genio” nell’attacco al dinamitificio Nobel di Avigliana e l’impiccagione a Giaveno il 17 agosto 1944  del “Campana”, il marchese Felice Cordero di Pamparato, l’autunno tragico di Giaveno.

L’Ecomuseo della  Resistenza   della  Val Sangone, si trova a  Coazze  in Viale Italia ’61  n. 1

Aperto  al pubblico e alle visite   ad ingresso libero nei seguenti giorni e orari: mercoledì 15:30 – 18:30,  giovedì 9:30 – 12:30, venerdì 9:30 – 12:30,  sabato 15:30 – 18:30, domenica 9:30 – 12:30.Informazioni contattando  l’Ufficio Turistico di Coazze tel. 011.9349681 e scrivendo  all’indirizzo  turismo@comune.coazze.to.it

www.cittametropolitana.torino.it  – www.visitgiaveno.it