Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino
Seleziona una pagina

La Città di Giaveno con  l’A.N.P.I. Giaveno Val Sangone nella  ricorrenza del 25 Aprile, nel 75° anniversario della  commemorazione della Liberazione  hanno previsto di confermare, seppur  con uno svolgimento  diverso da quello normalmente seguito in  tutti questi anni e nel rispetto delle misure restrittive previste  l’omaggio ai caduti della Resistenza e di fare  memoria sui fatti che  hanno portato al riscatto e alla nascita dell’Italia democratica.

Per ricordare   “i 1.400 volontari della Libertà, organizzati in formazioni partigiane, di cui  291 caddero sul campo e 155 rimasero feriti; 280 furono i civili uccisi, di cui 51 fucilati per rappresaglia, 266 le case distrutte”, come  riporta  la motivazione  della “Ricompensa al Valor Militare per attività partigiana” Medaglia d’Argento del Ministero della Difesa  concessa al Comune di Giaveno – Val Sangone  nel 1996, per il periodo di attività compreso fra il settembre 1943 e l’aprile 1945, ci sarà una modalità diversa. Non ci saranno né il corteo né i discorsi commemorativi, nessuna forma di assembramento.

Sabato 25 aprile al mattino, alle ore 11, il Sindaco Carlo Giacone, deporrà una composizione  floreale  al monumento dei Caduti di tutte le guerre del Campanile cittadino  e   renderà omaggio ai partigiani, a tutti i caduti in guerra e alle vittime civili.

La ricorrenza verrà celebrata on line attraverso gli strumenti tecnologici disponibili e   con gli apporti dati dalle associazioni e dalla scuola a cui va il ringraziamento della Città di Giaveno.

Sul sito www.comune.giaveno.to.it e sui social Facebook e Instagram istituzionali saranno pubblicati  già prima  del  25 aprile  i materiali  realizzati  per  l’evento.

Si unisce  il comunicato stampa contenente il programma  della Commemorazione e il manifesto.

(am)

COMUNICATO COMMEMORAZIONE 25 Aprile 2020