ELEZIONI POLITICHE DI DOMENICA 4 MARZO 2018 – PARTECIPAZIONE AL VOTO DEGLI ITALIANI TEMPORANEAMENTE ALL'ESTERO. | Comune di Giaveno
Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino
Seleziona una pagina

ELEZIONI POLITICHE DI DOMENICA 4 MARZO 2018 – PARTECIPAZIONE AL VOTO DEGLI ITALIANI TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO.

Con decreto del Presidente della Repubblica in data 28 dicembre 2017, n. 209, si è stabilita la data del 4 marzo 2018 per lo svolgimento delle elezioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica.

Grazie alle modifiche introdotte con legge 6 maggio 2015, n. 52 alla legge sul voto all’estero (L. 459/2001), anche gli italiani temporaneamente all’estero potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari.

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, quale modificata dalla legge 6 maggio 2015, n. 52).

Tali elettori che intendano partecipare al voto dovranno far pervenire AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali entro il 32° giorno antecedente il voto, cioè ENTRO IL 31 GENNAIO 2018 (con possibilità di revoca entro lo stesso termine), una OPZIONE VALIDA PER UN’UNICA CONSULTAZIONE.

L’opzione (il modulo è reperibile alla pagina internet reperibile al seguente link: http://elezioni.interno.it/contenuti/report/Mod_Opzione_Voto_Elezioni_Politiche_2018_vers_07Accessibile.pdf

può essere inviata:

  • per posta indirizzata a Comune di Giaveno, via Francesco Marchini 1 10094 Giaveno (TO)
  • per telefax, al numero 0119364014
  • per posta elettronica all’indirizzo elettorale@giaveno.it o posta elettronica certificata all’indirizzo statocivile@cert.comune.giaveno.to.it (riceve solo da account di posta elettronica certificata)
  • oppure fatta pervenire a mano all’ufficio elettorale del comune anche da persona diversa dall’interessato.

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’ufficio consolare (Consolato o Ambasciata) competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (trovarsi per motivi di lavoro, studio o cure  mediche in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi  nel  quale  ricade  la data di svolgimento della consultazione  elettorale; oppure, essere familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni [comma 1 dell’art. 4-bis della citata L. 459/2001]).

La dichiarazione va resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000).

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito tematico “Eligendo” del Ministero dell’Interno all’indirizzo: http://elezioni.interno.it/

Giaveno, 11/01/2018

La Responsabile dell’Ufficio Elettorale

D.ssa Loretta Camelia